Announces

Special issues 

  • Tricatel eats up Michelin
  • White truffle black tie auction for ego-philanthropists
 
Per ricevere gratuitamente via email i nostri aggiornamenti

Inserisci la tua email:

  • English
  • Italiano
  • Japanese

Login

Blog International
Demeter & Co. PDF Print E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Wednesday, 21 January 2009

La sensibilità e l’attenzione verso l’ambiente sono certo encomiabili, anche

se puro normale dovere umano. Pur riconoscendo l’impegno dei vari enti

internazionali di certificazione, si deve allo stesso tempo constatare che

hanno superficiale parziale cultura della loro stessa disciplina.

Esempio, a ben poco serve certificare coltivazioni biologiche, se i

prodotti sono poi conservati in capannoni, magazzini e cantine di

cemento armato. L’aberrazione: gongolarsi del lavoro in campagna,

e sparare iniezioni di velenoso cemento nella Terra/terra. La tuta

bianca, la canotta sporca. Demeter, Almaverde, Certbios, ICEA.

Bioagricert, Sana & Co. completino quanto hanno iniziato, a costo di

ripartire da zero. Pagare più caro perché certificato buono, è una truffa.

Nebulonum genetrix semper praegnans.

 
Endorfine, Endorphines Gourmandes PDF Print E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Sunday, 18 January 2009

Lo dimostrano la cucina mielosa ed i vini marmellatosi. Il dessert al posto

dell’antipasto. L’intero mondo della nutrizione e del buongusto precipita in eguale

modo verso l’oblio del dolce zuccherino. Il dolce sempre buono. Per chiunque.

Dovunque. Ricchi e poveri, stupidi e furbi, ignoranti e colti, fedeli e atei.

La voglia di zucchero, incosciente, è il doping moderno, naturale, di

massa, a “buon mercato”. La vita allucinante, il web, l’ego, richiedono una

fonte di energia sempre maggiore, prontamente combustibile. Anche lo

zucchero è una molecola endorfinica che nutre ed anestetizza il cervello.

Senza volontà, anche chef e vignerons globali lo hanno compreso.

Qualsiasi loro piatto è ormai dolciastro; qualsiasi menu a tutto dessert

Il vino, diventa dolce con la concentrazione osmotica e l’arricchimento

alcolico. Dolce è sinonimo di qualità, anche se deve tutto al salato. Il palato

si inquina, si appiattisce, non riconosce più l’identità dei singoli sapori, del loro

insieme in una ricetta. Sommellier ed esperti guardano ancora alle lacrime

nel calice, ritrovandosi a celebrare solo “vini” da 15°. 

By Wikipedia English: "Endorphins allow someone to immediately after

injury feel a sense of power and control over themselves which allows

them to persist with activity for an extended time".

 

Last Updated ( Sunday, 18 January 2009 )
 
Zuppa Nera - Black Blood Soup PDF Print E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Saturday, 17 January 2009

Gastrosophia non promuove interessi di casta, lobby, sette e massonerie.

Non fa concorrenza a pennaioli e tastieristi globali. Non si attende inviti a pranzo

e omaggi,  per la dispensa o la cantina. Scrivere/battere per Corriere della Sera,

El Pais, Le Monde, BBC, New York Times, Indian Times, Asahi Shimbun e

Al Jazeera, non fa più alcuna differenza. Il “brodo nero” (zuppa spartana a

base di sangue), è ben fotocopiato. Il G sentimento, cercare di fare cultura e

utile obiettiva informazione. Cercare di  frenare l’avvento della Soylent Green.

ps  Sarà “intrigante” osservare il prossimo conflitto per la pesca del tonno. Italia

e Giappone dovranno vedersela con il mondo arabo.

 

Gastrosophia doesn’t make any kind of supporting to castes, lobbies, sects

and freemasons. Any competition with global penners and typers. Any expectation

on free of charge meals; no bottles or salami to cellar. The world shows any

writing or typing difference between Corriere della Sera, El Pais, Le Monde,

BBC, New York Times, Indian Times, Asahi Shimbun, Al Jazeera. The same

“black soup” (Sparta’s blood specialty on daily menu). G feeling, to motivate the

finest wine and food culture, authentic world’s news.

To prevent Soylent Green Co.

ps How “terrific” the next “tuna fishing and eating competition” between Italy Japan

and Muslins countries! 

 
Wine Ethic: Vins du Monde - Bonny Doon Vineyard PDF Print E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Friday, 16 January 2009

Vins du Monde: for sure Charles Baudelaire should be not only disappointed

but very disgusted to see himself as wine seller man-poet. He will continue to 

drink Cognac and Whisky. By Gastrosophia Society:Nebulonum genetrix

semper praegnans”.

 

 Bonny Doon Vineyard: biodynamic is a feeling to keep in heart, not to show

as nice façade. Should be interesting to check how grapes become wine and

cases to be delivered. One of the principles of Rudolf Steiner was: “At the

moment that an activity become a business, is not biodynamic any

more”. Standing Ovation! By Gastrosophia Society:Nebulonum genetrix

semper praegnans”.

 

ps

Impossibile descrivere e/o commentare l’antipatia di Angelo Gaja. Ad oggi

è però l’unico produttore di vino italiano in grado di competere con i fenomeni di

cui sopra un esempio. Nobili e parvenu, costruiti da sedicenti “guide”

contemporanee (nemmeno moderne), che magari hanno acquistato, non

entrano nemmeno dalle porte di servizio.

Last Updated ( Friday, 16 January 2009 )
 
Bocuse d'Or Nestlé 2009 - Special Prize Culture PDF Print E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Friday, 16 January 2009

Special Prize to Chef  who did understand gourmet chapter of

"Memoirs of Hadrian" by Marguerite Yourcenar.

Good luck. 

 
<< Start < Prev 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 Next > End >>

Results 460 - 468 of 532

Statistics

Visitors: 1498708
© 2019 gastrosophia.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.