Annunci

FRÉDY GIRARDET

biografia autentica

authentic biography

biographie authentique

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

 

 

 

 
Per ricevere gratuitamente via email i nostri aggiornamenti

Inserisci la tua email:

  • English
  • Italiano
  • Japanese

Login

Blog International
Artigiano: il perfetto imperfetto PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Friday 03 October 2008

Anche nel XXI° secolo, l’autentica

gourmandise (in italiota “gastronomia” è

ancora intesa come salumeria) rimane

l’artigianato eccellente, cioè prodotti che

non sono replicabili oltre la bottega

dell’artigiano. Eventuali copie d’autore,

a tiratura più o meno illimitata, non possono

certo trasmettere la spontaneità di chi le

sente e realizza. Oltre l’artigiano, il mercato

offre prodotti più o meno “buoni”. Commerciali,

industriali, semi-industriali; d’immagine e

prestigio, di successo e fatturato. L’artigiano

celebra la grande imperfezione, perché ricetta

del sentimento. La scala industriale, leggi

“macchina di secondo grado”, solo la

cupidigia: “A chi non basta, ciò che basta,

non basterà mai cosa alcuna”.

 

Compiti a casa: differenza tra téchné, tecnica

e tecnologia. Interrogarsi allo specchio.

 

Ultimo aggiornamento ( Friday 03 October 2008 )
 
American Fuck Nobel PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Friday 03 October 2008

Non era necessaria l’idiota ricerca di

Massimiliano Zampini e Charles Spencer

per scoprire che il croccante suona più buono.

La cultura popolare lo sapeva spontaneamente, 

fin dal primo giorno ancestrale del nutrirsi cosciente.

 

Ultimo aggiornamento ( Friday 03 October 2008 )
 
NESTLE' CINA PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Tuesday 23 September 2008

NESTLE' 2008/2009

- Fornitore "latte" per la Cina -

- Sponsor ufficiale "grandi eventi

  enogastronomici" del mondo

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Wednesday 24 September 2008 )
 
Honor: Paul Harberlin, Robert Mondavi PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Wednesday 17 September 2008

L’autentica cucina gourmande ha perso Paul Haeberlin il 10 Maggio 2008. Il mondo del vino Robert Mondavi il 16 Maggio 2008. Straordinarie figure che avrebbero meritato ben altro sentimento pubblico, che non solo i formali tributi.

Gastrosophia Society non dimentica il loro omaggio (perché spontaneo) alla cultura internazionale della cucina e del vino. Senza l’Auberge de l’Ill, l’Alsazia non sarebbe la famosa regione che è oggi. Senza Robert Mondavi, la California non sarebbe ancora al vertice enoico internazionale.

 

Paul Haeberlin: l’autentico Cuoco, in grado di eseguire ogni spartito della cucina classica; dalla maionese, al salmone soufflè, al piccione in casseruola, alla crema pasticcera. Se un rango della sua brigata in difficoltà, alcuna difficoltà a prenderne le briglie in pieno servizio. Magari per 100 coperti. Questo è uno chef! Essere in grado di cucinare tutto. Sarebbe interessante, senza dubbio divertente, l’organizzazione di un concorso a tema la “maionese montata a mano”.

Caro Paul, hai lasciato la cucina terrestre appena in tempo per non vederne la tragica decadenza. Beati quelli che godono ora della tua cucina.

 

Robert Mondavi: l’inventore del vino californiano. Con Opus One, una lezione di classe e stile per Mouton-Rothschild. Un capolavoro per celebrare l’anima del vino. Con Giorgio Riedel e Angelo Gaja, coloro che hanno insegnato al mondo cosa è un calice da vino, come bere da tale calice per comprendere il vino. Ad oggi, neppure i nobili produttori (nobili) italiani tutti insieme hanno emanato tanta dedizione al vino. Ancor meno, l’industriale-banchiere vicentino, il quale ha piantato vigne dove gli è capitato: business is business. Il suo non è comunque classificabile vino, al massimo “bevanda a base uva”. Se in azienda, Robert Mondavi degustava un calice anche con l’ultimo dei visitatori giunto senza prenotazione (500.000 visitatori l’anno). Poi, la Mondavi Winery, oggi brillante simbolo di Stati Uniti d’America. Chi si permette di criticare i vini americani, non è mai stato in California, non ha mai visitato Mondavi. Semplicemente, non capisce nulla di vino.

 

Merci, Paul. Thanks, Robert.

 
STEFANO BONILLI PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Monday 15 September 2008

Finalmente Stefano Bonilli è stato giubilato:

un avvelenatore dell’autentica Gastronomia

in meno! (ci si augura per sempre, un altro

che dovrebbe ispirarsi con Bernard Loiseau)

Ultimo aggiornamento ( Monday 15 September 2008 )
 
<< Inizio < Prec. 51 52 53 54 55 56 57 58 Pross. > Fine >>

Risultati 505 - 513 di 520

Statistiche

Visitatori: 1440356
© 2019 gastrosophia.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.