Annunci

FRÉDY GIRARDET

biografia autentica

authentic biography

biographie authentique

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

 

 

 

 
Per ricevere gratuitamente via email i nostri aggiornamenti

Inserisci la tua email:

  • English
  • Italiano
  • Japanese

Login

Blog International
Passiti by Le Monde PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Thursday 15 January 2009

Dall’alto del loro ego, i produttori vinicoli italiani, profeti di passiti vendemmie

tardive, vini del ghiaccio, dovrebbero accorgersi che il loro mondo vini dei

“dolci” non vale un Caspita. Sufficiente una scorsa a Le Monde del 14 Gennaio.

Affascinante panorama di tali vini, con assenza dell’Italia. Si potrebbe accusare la

Francia del tipico sciovinismo: errato. Il ritratto comprende Spagna, Germania e

Austria. Certo, Le Monde è un grande quotidiano. internazionale. I dolci italiani,

vini per chi non beve. Quanti sommelier o pennaioli hanno mai assaggiato

lo Scharzhofberger?

 
Harrods - Sir Conran - Peck PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Wednesday 14 January 2009

Carlin Petrini e Oscar Farinetti, un gatto e una volpe, sono la coppia

“enogastronomica” del XXI° secolo  (del XX° Gault e Millau). Come Adrià,

Veyrat Dulac,Vissani e altri, pure loro destinati all’inferno di atei e pagani:

la Psicostasia, ‘A Livella. Il desiderio di sbafare, senza poterlo più fare. 

Bravi (alla Manzoni), tirapiedi, sudditi; politici e funzionari compiacenti, giuda,

mostri e pennaioli di conseguenza.

NB il sig. Farinetti, invece di gongolare nell’ego e nella sedicente etica,

a Torino, Milano, Tokyo e altrove, dovrebbe prendere qualche ripetizione di

storia della gourmandise. Idem istituzioni e media officianti. Harrods, Sir 

Terence Orby Conran, o anche “solo” i Fratelli Stoppani in arte Peck,

hanno partorito l’intuizione Food Hall qualche decina di anni fa.

L’essere vicino a Lingotto di Torino, non significa essere diventati

Gianni Agnelli. Un noto piccante commento dell’Avvocato, sarebbe

certo riservato anche lui.

Ultimo aggiornamento ( Wednesday 14 January 2009 )
 
Bocuse d'Or Nestlé 2009 PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Wednesday 14 January 2009

Special Edition: "Bocuse d’Or Nestlé 2009".

And the winner is? Any autenthic “chef”.

Take care. God is dead.

 
Wine What? Blogger PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Tuesday 13 January 2009

Quasi tutte le bottiglie oltre 100 euro o dollari non sono altro che 

astuti furti commerciali della società consumistica, globalizzata.

Nobili, magnati, imprenditori, avventurieri, che derubano con piacere; dando “

piacere”, a nobili, magnati, imprenditori e avventurieri. Gli “opinionisti” non

pagano mai il conto. Anzi, sono acquistati per la causa. Veramente rari i

produttori  meritevoli di fama, rispetto ed valore autentico valore economico,

culturale conquistato sul campo. Gli altri, “Nobili” in primis, spacciano secoli

di storia con disinvoltura da cabaret. Chateau Mouton-Rothschild produce

sì 50 milioni di bottiglie, così pure Robert Mondavi Winery, ma il loro contributo

alla cultura mondiale de vino è ad oggi insuperato. Se non fosse esistito il

Baron Philippe de Rothschild, non esisterebbe il Bordeaux imbottigliato.

Di conseguenza, nemmeno Sassicaia and family. Se non fosse esistito

Robert Mondavi, non esisterebbe la California vinicola. Opus One capolavoro

mozzafiato, architettonico e vitivinicolo. Prima di allora, a nessuno l’idea di

nastri direttamente dal vigneto alla cantina; nella parte alta della cantina per

vinificare in caduta, senza utilizzo di pompe. I borgognotti onorano senza

problemi la Domaine de la Romanée-Conti. Il Chianti contemporaneo, di qualità,

deve tutto a Sergio Manetti. No comment circa il Piemonte, sarebbe di parte.

Non bastavano sommelier e pennaioli, a sparlare vino. Il presente ci impone

anche i blogger. Sì, sparlare, in pratica non bevono mai; abbastanza per

essere autorevoli e/o credibili. Utili per la cultura del vino. E per il commercio:

l'acquisto ed il consumo delle bottiglie che valgono quanto costano.

By Mouton-Rothschild: “A visionary can change way people see the

world. One day, Baron Philippe de Rothschild brought a new vision to

the vineyard. From this vision sprang ideas would change our experience

of wine”.

 

Ultimo aggiornamento ( Tuesday 13 January 2009 )
 
Psicostasia Gourmande Molecolare PDF Stampa E-mail
by Gian-Maria Francesco Battuello   
Tuesday 13 January 2009

Negli ultimi 20 anni, (alcuni) “agricoltori” ed “allevatori”, tutti i “ristoratori” e “chef”,

“produttori” di vino e “sommelier”, “guru” dell’enogastronomia e pennaioli, sono

diventati troppo famosi e ricchi. Al punto di credersi loro stessi il valore delle

realtà. Il lavoro con la Natura non si insegna, si trasmette. Il gusto ed il

mangiare-bere con cultura, è una realtà del giorno dopo giorno. La disciplina

scientifica, è l’opposto del sentire, del percepire con i sensi. La sedicente

università di “scienze” gastronomiche, si è quindi tradita in partenza.

In contemporanea, una laurea in Scienze Politiche, facoltà dei pennaioli, non i

nsegna certo la gourmandise. La teoria della psicostasia, cioè l’antica

pesatura egizia del cuore e dell’anima, non risparmierebbe nessuno

dei “fenomeni” sopra immaginati. Il non-cuore in quello che scrivono producono,

allevano, cucinano, servono e scrivono, risulterebbe più lordo del piombo.

Nemmeno i profeti della “cucina” molecolare scamperebbero la pesatura, anche

se la loro “cucina” è inconsistente, virtuale. Si dovesse invece pesare il loro ego, 

oppure il loro fegato, l’oltretomba sarebbe certo meritato.

 
<< Inizio < Prec. 51 52 53 54 55 56 57 58 59 Pross. > Fine >>

Risultati 460 - 468 di 526

Statistiche

Visitatori: 1459842
© 2019 gastrosophia.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.